Chiesa Cristiana Gesù il Nazareno

Dove l'impossibile diventa Reale

download 1
Insegnamento del Pastore Carmelo Orlando
 
In uno degli insegnamenti recenti abbiamo esaminato la figura biblica di Giona, abbiamo capito quanto sia importante morire a noi stessi e ubbidire a Dio senza condizioni. Se non lo hai ancora fatto, ti invito a leggere l'insegnamento intitolato "Operai in movimento" del Pastore Maria Antonietta Selvaggio, ti servirà per capire meglio ciò che studieremo oggi.
La parola "GRANDE" è menzionata otto volte nel libro di Giona, oggi leggeremo insieme questi passi e vedremo qual è il significato spirituale per noi.
 
Giona 1.2: "Levati và a Ninive, la grande città..."
 
Il primo "GRANDE" che incontriamo leggendo i primi versetti di Giona è riferito alla città di Ninive. Giona era chiamato da Dio a predicare, non in un borgo, non in un paesino, ma in una grande città! Immaginate quanto grande doveva essere la paura di Giona che già sapeva che si sarebbe trovato solo, in una grande città, abitata da peccatori e con la consapevolezza che il messaggio che doveva dare era tutt'altro che pacifico!
 
Noi cristiani siamo chiamati a fare cose grandi! Dio vuole abilitarci per compiere opere straordinarie ma per farlo dobbiamo essere operai in movimento. Spesso invece le cose grandi ci fanno paura e per paura scappiamo dalla chiamata, proprio come fece Giona.
 
Giona 1.12: "...prendetemi e gettatemi in mare e il mare si calmerà per voi, perchè io so che questa grande tempesta vi è venuta addosso per causa mia."
 
La "GRANDE" tempesta. Giona per scappare alla chiamata di Dio si imbarca e, quando in mare si scatena la grande tempesta, lui sa che la causa è la sua disubbidienza, ma non ha il coraggio di buttarsi in mare da solo e chiede di farlo all'equipaggio.
 
La grande tempesta rappresenta il grande problema nella tua vita. A volte abbiamo bisogno che qualcuno "ci spinga" verso il nostro problema per affrontarlo.
Questo episodio narrato nel libro di Giona mi ricorda un evento menzionato nei vangeli. Gesù è in barca con i suoi discepoli quando in mare si scatena una tempesta, Gesù sgrida la tempesta e il mare si calma. 
Ciò ha un grande significato per noi: Quando affrontiamo i nostri problemi nel nome di Gesù, la tempesta nella nostra vita si placa!
Buttarci in mare significa morire a noi stessi, abbandonare ogni paura per far regnare Cristo in noi, affrontando con lui i nostri problemi.
 
Giona dormiva mentre la nave era in balia della tempesta a causa sua! La nave rappresenta la tua situazione, la tua vita: Se continui a dormire spiritualmente e ignori i problemi per paura di affrontarli primo o poi la tua nave sarà distrutta dalla grande tempesta!
Se ancora nella tua vita non trovi pace prega e arrenditi a Dio, impara ad ubbidirgli e comincia a lavorare per la chiamata che hai ricevuto!
 
Giona 1.16: "Allora quegli uomini, presi da un grande timore dell'Eterno, offrirono un sacrificio all'Eterno e fecero voti."
 
Grande Timore. Giona affronta la grande tempesta e questo permette la conversione a Dio dell'intero equipaggio della nave. Quando noi affrontiamo i nostri problemi chi ci sta accanto vede il cambiamento, vede la potenza di Dio in noi e questo permette allo Spirito Santo di toccarli. 
Sei quindi chiamato ad affrontare con coraggio la tua grande tempesta, ne uscirai vittorioso tu e sarai di grande testimonianza per gli altri!
 
Giona 2.1: "Ora l'Eterno aveva preparato un grosso pesce perchè inghiotisse Giona..."
 
Il Grosso pesce. Giona rimane nel ventre del pesce tre giorni e tre notti. Il segno di Giona ci ricorda la morte e la risurrezione di Gesù.
Il grosso pesce rappresenta la morte, l'arresa. A volte siamo chiamati ad accettare una volontà divina che non capiamo, essere mangiati dal pesce significa morire a noi stessi per poi risorgere in Cristo.
Mentre sulla nave era l'equipaggio a dirigere il timone, nel ventre del pesce Giona non poteva più decidere dove andare, doveva lasciarsi guidare.
Morendo a noi stessi noi permettiamo a Dio di guidarci e gli diciamo: "Andrò dove tu mi porterai!"
 
Gesù dopo tre giorni risuscitò in gloria! 
Quando noi moriamo a noi stessi e ci facciamo guidare da Dio abbiamo davanti una prospettiva di gloria!
Giona nel ventre del pesce ha riacquistato fiducia in Dio e ha ristabilito una comunione con Lui.
Quando noi accettiamo la volontà di Dio nella nostra vita e moriamo a noi stessi impariamo a fidarci di Dio e il nostro rapporto con lui cambia.
Il grosso pesce rappresenta anche la chiesa. Dobbiamo  fidarci dei nostri fratelli, delle nostre sorelle, delle nostre guide spirituali, Dio ha dato loro l'autorità di guidarci, il nostro compito è quello di ricercare la comunione spirituale e lasciarci guidare da Dio attraverso di loro!
 
Giona 3.2,3: "Levati và a Ninive, la grande città...Or Ninive era una città molto grande...allora i Niniviti credettero a Dio"
 
Adesso Giona (dopo aver affrontato la grande tempesta ed essersi ritrovato a tu per tu con un grande pesce) non ha più paura della grande città, è pronto per affrontarla! Predica per tre giorni il suo bel messaggio di distruzione ai Niniviti, questi si pentono, si convertono e Dio non distrugge più la città.
 
Quando noi ubbidiamo a Dio e affrontiamo con coraggio ciò che ci fa paura Dio trasforma il nostro problema in una soluzione, proprio come trasformò il messaggio di distruzione di Giona in un messaggio di salvezza!
 
Giona 4.5,6: "Allora Giona...si mise a sedere ad est della città; là si fece una capanna e vi sedette sotto, all'ombra, per poter vedere ciò che sarebbe successo alla città...l'Eterno...preparò una pianta che crebbe al di sopra di Giona per fare ombra al suo capo...Giona provò una grandissima gioia per quella pianta."
 
GRANDISSIMA gioia. Giona si preparò una capanna e si mise all'ombra di essa sperando in cuor suo di vedere la distruzione di Ninive! Era la sua soluzione. Spesso noi siamo come lui cerchiamo le nostre soluzioni, e ci adagiamo secondo la nostra visione! Dio fa crescere un grande albero per fare ombra a Giona, con questo miracolo Dio fa capire a Giona che la Sua soluzione è sempre la migliore! Dobbiamo smetterla di vedere le cose sotto il nostro punto di vista, perchè solo le soluzioni che vengono da Dio possono darci una grandissima gioia!
 
Giona 3.11,12: "...Non dovrei io aver compassione di Ninive, la grande città, nella quale ci sono centoventimila persone...e una grande quantità di bestiame?"
 
Giona nella sua rabbia per la mancata distruzione di Ninive, non aveva capito quanto la sua ubbidienza avesse rallegrato Dio! Dio provvede a Giona la pianta per fargli capirre quanto grande era la Sua gioia nel vedere salvata quella città!
Dall'ubbidienza di Giona sono partite grandi benedizioni: per Giona stesso (La pianta), per i Niniviti e per il loro bestiame (La salvezza) e infine per Dio che provò grande gioia per la salvezza di quel popolo.
 
La nostra ubbidienza a Dio è fondamentale per ricevere benedizioni, per benedire gli altri e per rendere gioioso Dio!
 
Impara quindi ad affrontare i tuoi problemi con Gesù, muori a te stesso e fatti guidare da Lui. La tua ubbidienza sarà la Sua gioia!
 
 
 

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s
arrow
arrow
Image Impara a gestire le tue priorità...
Siamo abituati a trovare sempre scuse o a giustificarci...piuttosto che ad ammettere le proprie colpe... impariamo ad organizzare le nostre giornate in modo da dare la priorità a tutto ciò che é... Read More...
Image Fermati un istante...
Dove ci porterà questa continua corsa? Il nostro tempo é prezioso per essere sprecato per cose di poco conto!!! Read More...
Image Da Ospite a Padrone...
Gesù non deve essere un ospite!!! Gesù non vuole essere un ospite!!! Read More...
Image Una Fede che ottiene!!!
Non aspettare o non pensare solo di avere una mega fede per ottenere grazia da parte del Signore. Il Signore ci incoraggia dicendoci che: anche se abbiamo una fede quanto un granello di senape... Read More...
arrow
arrow
Image Dio mi ha benedetta (Antonella Arcaio)
Pace a tutti voi, sono una donna ormai non più giovanissima e oggi voglio raccontarvi la mia storia, la mia esperienza spirituale. Voglio che sappiate come la mia vita è cambiata quando ho scoperto... Read More...
Image Lui guarda alle tue afflizioni
Di Lina Ferrara  Sono una donna di 60 anni, fin dalla mia infanzia sono stata oppressa dallo spirito di paura, sono stata oggetto di maledizione e invidia, nella mia fragilità sono stata come... Read More...
Image Guarita ed amata
Di Lina Calà  Padre,vengo a te nel nome di Gesù, quel Gesù che ha versato il Suo sangue per me e per i miei peccati. Oggi più che in passato voglio innalzare il Suo nome Santo, lodarLo e... Read More...
Lavorare per Gesù
Lavorare per Gesù Se, tanti anni fa, qualcuno mi avesse detto:"tu, un giorno, lavorerai per il Signore!", sicuramente non avrei capito queste parole. invece, senza che me ne rendessi conto, il... Read More...

Tocca il Cielo con noi

Perché Dio è reale

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.