Chiesa Cristiana Gesù il Nazareno

Dove l'impossibile diventa Reale

download 2
 
 

Insegnamento del Pastore Carmelo Orlando

Romani 1.11-12:"...desidero grandemente vedervi per comunicarvi qualche dono spirituale, affinchè siate fortificati...mediante la fede che abbiamo in comune..."

Alla base della crescita spirituale c'è la comunione fraterna, la preghiera per i doni e il desiderio di ricevere l'insegnamento. Un ruolo fondamentale è quello dell'insegnante, senza di esso il discepolo non può crescere.

2Timoteo 2.2:"...le cose che hai udito da me...affidale a uomini fedeli, che siano capaci di insegnarle anche ad altri"

Paolo, nel ruolo di insegnante, incoraggia Timoteo, suo discepolo, ad affidare le cose che ha imparato a uomini fedeli che a loro volta avrebbero insegnato ad altri. 

Paolo si fidava di Timoteo, egli era fedele, non solo a Dio ma anche a Paolo, era fermo nell'insegnamento che aveva ricevuto perchè sapeva che questo veniva da Dio.

Ognuno di noi dall'insegnamento che riceve può e deve dare agli altri , ma alla base deve esserci la fedeltà, credere che l'insegnamento ricevuto viene da Dio.

La mancanza di fiducia tra membri della chiesa, dipende dalla nostra fedeltà a Dio, all'opera che egli ci ha affidato, alla chiesa, ai Pastori. Se non riconosci i tuoi pastori come guida preposta da Dio e non accetti gli insegnamenti che loro ti danno, la tua crescita è bloccata, manchi di fedeltà e non c'è in te il reale desiderio di avere comunione fraterna.

L'insegnamento va trasmesso. Ciò che impari non devi tenerlo per te, ma è tuo compito affidare l'insegnamento ad altri che hanno fame e sete di Dio, gente fedele che a loro volta possa trasmettere l'insegnamento che riceve ad altri.

Giovanni 1.40-42, 43-45:"Andrea...trovò per primo suo fratello Simone...e lo condusse da Gesù...Gesù...trovò Filippo...Filippo trovò Natanaele..."

Marco 3.14:"E ne costituì dodici perchè stessero con lui e potesse mandarli a predicare."

L'insegnamento che Gesù diede ai 12 si diffuse rapidamente, d'apprima oltre ai 12 vi erano 72 uomini che seguivano Gesù, successivamente, alla pentecoste si trovarono riunite 120 persone circa che, ricevendo lo Spirito Santo, evangelizzarono tutto il mondo. Questo è l'esempio da seguire ancora oggi. La fede cristiana e il suo insegnamento devono essere trasmessi ad altri attraverso noi credenti, il vero cristiano deve muoversi in questa direzione. 

Luca 14.25-33: "... Se uno viene a me e non odia suo padre e sua madre, la moglie e i figli, i fratelli e le sorelle e perfino la sua propria vita, non può essere mio discepolo...chiunque non porta la sua croce e mi segue, non può essere mio discepolo...ognuno di voi che non rinunzia a tutto ciò che ha, non può essere mio discepolo."

Odiare, prendere la croce e seguire Gesù. Gesù non ci incita all'odio in quanto egli stesso ci dice che il secondo comandamento, dal quale dipende tutta la legge, è amare il prosimo, ma il primo di essi è amare Dio.

Il discorso che ci fa Gesù è chiaro: Il prezzo per seguirlo può essere alto, ma se decidi di prenderti questo impegno l'amore per Lui deve essere al di sopra di ogni altra cosa. Ciò significa che l'opera di Dio deve essere al primo posto nella tua vita e che devi essere pronto a rinunciare a tutto, se necessario anche agli affetti e alla famiglia.

Marco 10.29-30:"...Io vi dico in verità che non c'è nessuno che abbia lasciato casa o fratelli o sorelle o padre o madre o moglie o figli o poderi per amor mio e dell'evangelo, che non riceva il centuplo ora, in questo tempo...e, nel mondo avvenire, la vita eterna."

Accettare la croce significa sopportare il dolore che le persone a noi care potrebbero darci a causa di Cristo, accettare il disprezzo, la persecuzione e non permettere che questi ci dividano dall'amore di Dio. E' qualcosa che mettiamo da parte ma con gli interessi perchè Dio ci benedirà, ricompenserà la nostra fede e la nostra costanza e cambierà anche il cuore dei nostri familiari se noi mettiamo davvero Lui al centro della nostra vita!

I privilegi del Discepolo:

Giovanni 15.7-16:

-Riceviamo ciò che chiediamo

-Portiamo frutto

-Abbiamo vittoria

-Non siamo più servi ma amici

I passi per essere un vero discepolo:

1) Prendi la tua DECISIONE:

1Corinzi 16.13,14:" Vegliate, state fermi nella fede, comportatevi virilmente, siate forti. Tutte le cose che fate, fatele con amore"

Per seguire Gesù incondizionatamente devi decidere di:

-Vegliare

-Stare fermo nella fede

-Essere forte

-Fare tutto con amore

2) Acquista MATURITA':

Efesini 4.14,15:" Affinchè non siamo più bambini...ma, seguendo la verità nell'amore, cresciamo...in colui che è capo, cioè Cristo" 

Acquisire la maturità spirituale significa discernere le cose di Dio da soli, cominciare ad imparare cosa Dio vuole da noi e capire come egli si rivela nella nostra vita.

3) Fai un COMPROMESSO:

1Timoteo 4.15:"Adoperati per queste cose e dedicati ad esse interamente, affinchè il tuo progresso sia manifesto a tutti."

Non pensare al compromesso come qualcosa di negativo. Letteralmente il termine significa "Con Promessa" e promessa viene tradotto come "Messo prima".

Fare un compromesso con Dio significa quindi mettere al primo posto le sue cose con la promessa che nessuno prenderà il suo posto. Non c'è progresso senza compromesso.

Dio ci dice di non scendere a compromessi con il mondo perchè questo significherebbe che le cose del mondo prenderebbero il posto di Dio.

4) Abbi FEDELTA':

1Corinzi 4.2:"Ma del resto dagli amministratori si richiede che ciascuno sia trovato fedele"

Come abbiamo spiegato all'inizio di questo studio la fedeltà è una qualità essenziale per diventare un vero discepolo, senza di essa non può esserci una vera crescita spirituale.

5) Impegnati a TRASMETTERE:

Filippesi 2.3,4:"Non facendo nulla per rivalità o vanagloria, ma con umiltà, ciascuno di voi stimando gli altri più di se stesso. Non cerchi ciascuno unicamente il proprio interesse, ma anche quello degli altri."

Quando in noi c'è il desiderio egoistico di crescere solo per dimostrare agli altri le nostre innumerevoli capacità trasmettiamo un messaggio sbagliato, un messaggio che non ha nulla a che vedere con il vero discepolo che, al contrario, trasmette il suo sapere, i suoi talenti e i suoi doni agli altri, con umiltà e considerando la capacità degli altri superiore alla propria.

6) Inizia a PROGRAMMARE:

1Corinzi 9.24,25: "...Ora chiunque compete nelle gare si autocontrolla in ogni cosa...per ricevere una corona corruttibile, ma noi, una incorruttibile" 

Per crescere nelle cose spirituali bisogna allenarsi, programmare la propria crescita, proprio come un'atleta si prepara con costanza per vincere una gara.

7) Sii un AMICO VERO:

Giovanni 15.12-14: "Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi. Nessuno ha amore più grande di questo: dare la propria vita per i suoi amici..."

Devi amare incondizionatamente il tuo prossimo ed essere un vero amico per gli altri, questo ti aiuterà a crescere.

(Leggi anche Proverbi 17.17)

8) Sii un SERVO:

Marco 10.43-45:"... chiunque vorrà diventare grande tra voi, sarà vostro servo; e chiunque vorrà essere il primo, sarà il servo di tutti."

9) Impara ad essere SOTTOMESSO:

Efesini  5.21: "Sottomettetevi gli uni agli altri nel timore di Dio"

La vera sottomissione deve essere reciproca, il più grande si sottomette al più piccolo e viceversa. Una sottomissione sincera e reciproca porta alla crescita spirituale.

(Leggi anche 1Pietro 5.5)

10) Dai l' ESEMPIO:

1Timoteo 4.12: "Nessuno disprezzi la tua giovinezza, ma divieni esempio ai credenti  nella parola, nella condotta, nell'amore, nello spirito, nella fede, nella castità" 

Il tuo esempio di vita deve essere di testimonianza a chi ti osserva, con la tua condotta devi riuscire a trasmettere Dio agli altri. Dal tuo esempio si vede la tua fedeltà.

Dio vuole farti crescere e compiere attraverso te opere potenti, impara ad essere come lui ti vuole e non solo crescerai tu ma porterai crescita a tanti altri!

 
 
 
 

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s
arrow
arrow
Image Impara a gestire le tue priorità...
Siamo abituati a trovare sempre scuse o a giustificarci...piuttosto che ad ammettere le proprie colpe... impariamo ad organizzare le nostre giornate in modo da dare la priorità a tutto ciò che é... Read More...
Image Fermati un istante...
Dove ci porterà questa continua corsa? Il nostro tempo é prezioso per essere sprecato per cose di poco conto!!! Read More...
Image Da Ospite a Padrone...
Gesù non deve essere un ospite!!! Gesù non vuole essere un ospite!!! Read More...
Image Una Fede che ottiene!!!
Non aspettare o non pensare solo di avere una mega fede per ottenere grazia da parte del Signore. Il Signore ci incoraggia dicendoci che: anche se abbiamo una fede quanto un granello di senape... Read More...
arrow
arrow
Image Dio mi ha benedetta (Antonella Arcaio)
Pace a tutti voi, sono una donna ormai non più giovanissima e oggi voglio raccontarvi la mia storia, la mia esperienza spirituale. Voglio che sappiate come la mia vita è cambiata quando ho scoperto... Read More...
Image Lui guarda alle tue afflizioni
Di Lina Ferrara  Sono una donna di 60 anni, fin dalla mia infanzia sono stata oppressa dallo spirito di paura, sono stata oggetto di maledizione e invidia, nella mia fragilità sono stata come... Read More...
Image Guarita ed amata
Di Lina Calà  Padre,vengo a te nel nome di Gesù, quel Gesù che ha versato il Suo sangue per me e per i miei peccati. Oggi più che in passato voglio innalzare il Suo nome Santo, lodarLo e... Read More...
Lavorare per Gesù
Lavorare per Gesù Se, tanti anni fa, qualcuno mi avesse detto:"tu, un giorno, lavorerai per il Signore!", sicuramente non avrei capito queste parole. invece, senza che me ne rendessi conto, il... Read More...

Tocca il Cielo con noi

Perché Dio è reale

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.