0
0
0
s2sdefault
Fai un sacrificio spirituale
Insegnamento del Pastore Carmelo Orlando
 
Una grazia diventa preziosa quando si attende per tanto tempo, essa assume un valore più grande quasi affettivo. La grazia ricevuta però prevede delle responsabilità, essa va curata,una grazia infruttuosa diventa inutile. Noi siamo salvati per grazia, ma la nostra salvezza deve essere curata giorno dopo giorno.
 
1 Giovanni 2.27: "...l'unzione che avete ricevuto da lui dimora in voi...dimorate in lui come essa vi ha insegnato."
 
Noi abbiamo ricevuto lo Spirito Santo ed esso ci fa da maestro, questo è qualcosa di miracoloso, ma è necessario dimorare in Dio per non perdere questa unzione. Lo Spirito Santo dimora in noi, ma da noi dipende la sua azione, proprio come una fiamma se non viene alimentata è destinata a spegnersi così l'unzione dello Spirito Santo se ne va se non dimoriamo in Dio.
 
1Pietro 2.5: "...come pietre viventi siete edificati per essere una casa spirituale...per offrire sacrifici spirituali graditi a Dio...".
 
Pietro ci svela qual è il segreto per mantenere acceso in noi lo Spirito Santo: offrire sacrifici spirituali. Sacrificio non è frequentare una chiesa regolarmente ed entrare in adorazione, quello dovrebbe essere un piacere. Dai sacrifici spirituali che noi offriamo dipendono l'efficacia delle nostre preghiere, del nostro chiedere a Dio, di stare in comunione con Lui. Quando non offriamo sacrifici spirituali noi siamo separati da Dio, ci allontaniamo e diamo spazio alla carne, questo blocca in noi lo Spirito Santo.
 
Esodo 28.41: "...tu li ungerai, li consacrerai, li santificherai perchè mi servano come sacerdoti".
 
L'unzione è data per servire. Mosè ha unto Aaronne e i suoi figli per consacrarli a Dio come sacerdoti. In quel momento Mosè era una figura di Cristo attraverso di lui è scesa su Aaronne e i suoi figli un'unzione celeste. Da quel momento in poi fu Aaronne, in qualità di sacerdote, ad ungere i sacerdoti dopo di lui. Ciò signifia per noi che Dio ci da un'unzione celeste ma poi sta a noi mantenerla e trasmetterla agli altri. Quando abbiamo accettato di diventare figli di Dio lo Spirito Santo è sceso su di noi e questo ci ha permesso di diventare sacerdoti. Gesù è l'unigenito figlio di Dio, l'unico figlio generato da Dio. Noi diventiamo figli di Dio per adozione e questa ci da gli stessi diritti della discendenza naturale. In Cristo quindi anche noi siamo Re, siamo benedetti e siamo sacerdoti.
Nel vecchio testamento il sacrificio era composto da un'animale, dal suo sangue versato che copriva il peccato. Gesù ha fatto il sacrificio per noi, il suo sangue è sufficiente. I nostri sacrifici devono essere quindi spirituali, sforzarmi di piacere a Dio è un sacrificio spirituale. Quando io giustifico il mio peccato mi allontano da Dio e il mio sacrificio è carnale. 
 
Romani 6.13: "Non prestate le vostre membra al peccato...ma presentate voi stessi a Dio come...strumenti di giustizia."
 
Non dobbiamo prestarci al peccato, giustificare ciò che nella nostra vita va contro Dio. Dal peccato siamo passati alla grazia, ma quando noi non rinunciamo al peccato dalla vita ritorniamo alla morte,sprechiamo la grazia della salvezza e le nostre preghiere non possono essere ascoltate. 
Chiediti: In che misura Dio è presente nella mia vita, nella mia casa? Quanto più Dio sarà presente nella tua vita, tanto più il peccato si allontanerà da te.
 
Romani 12.1: " Vi esorto dunque...a presentare i vostri corpi...quale sacrificio vivente. santo e accettevole a Dio."
 
Paolo ci esorta a lavorare molto sul nostro modo di vivere perchè dalla nostra condotta dipende l'azione dello Spirito Santo in noi. 
 
Levitico 6.10: "...il fuoco sull'altare vi sarà mantenuto acceso e non si spegnerà..."
 
Il sacerdote si spogliava degli abiti vecchi e ne metteva di nuovi,ogni mattina alimentava con la legna il fuoco e ogni giorno eliminava la cenere che si formava. Ciò ha un significato per noi, ecco qual è il sacrificio spirituale accettato da Dio: la cenere rappresenta le cose vecchie, se io voglio piacere a Dio ogni giorno devo eliminare le cose vecchie che sono in me. Se non tolgo la cenere dalla mia vita, il fuoco dello Spirito Santo primo o poi si spegnerà
 
Se vuoi ottenere la grazia da parte di Dio e vedere benedizioni nella tua vita impara a fare sacrifici spirituali, sforzati di piacere a Dio, elimina il peccato dalla tua vita e impara a lasciare il tuo passato vivendo il tuo presente e il tuo futuro sotto l'unzione dello Spirito Santo.

0
0
0
s2sdefault
arrow
arrow
arrow
arrow
IMAGE Gesù vuole aiutarti
È difficile alzare gli occhi da terra quando si è abbattuti, senza speranza e sfiduciati. Forse una brutta caduta ha reso evidente il nostro fallimento e ha messo in evidenza la realtà della... Read More...
IMAGE La pace che viene dall'amore di Dio (Antonella Arcaio)
Gesù disse: “ vi do la mia pace, vi lascio la mia pace.” Gesù è la pace. Lui si è donato a noi e ci ha lasciato la Spirito Santo che viene dal Padre, lo ha donato a noi come eredità ma... Read More...
IMAGE Tatuaggio si o tatuaggio no?
Qualcuno mi ha fatto questa domanda. Consideriamo i fatti:- la legge del Vecchio Testamento non ha più valore per un cristiano nato di nuovo, tutta la legge di Mosè parla di Gesù, Egli è la... Read More...
IMAGE C'è un bambino da salvare...
Se uno dovesse scegliere tra il salvare un bambino in mezzo alle fiamme di una casa cadente o andare al cinema a guardare il film più comico di tutti i tempi, 99 su 100 sceglierebbero il cinema...... Read More...
IMAGE Servire il Signore con tutto il cuore
Quando fai ciò che ami fare, nessuno deve motivarti o spingerti, lo fai perché ti piace. Non hai bisogno di ricompense o di applausi o di remunerazioni, perché ami servire in questo modo. È vero... Read More...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.