Chiesa Cristiana Gesù il Nazareno

Dove l'impossibile diventa Reale

Insegnamento del Pastore Carmelo Orlando
 
 
apri i tuoi occhi"Non cesso mai di rendere grazie per voi...affinchè il Dio del Signor nostro Gesù Cristo...illumini gli occhi della vostra mente, affinchè sappiate...quali sono le richezze della gloria..."
(Efesini 1.16-18)
 
Se gli occhi della nostra mente fossero aperti sarebbe semplice vedere la benedizione di Dio dietro ad ogni nostro singolo problema. Purtroppo la realtà è che spesso i nostri occhi vedono solo ciò che vogliono vedere e siamo ciechi spiritualmente, cioè non riusciamo a vedere la gloria e la potenza di Dio in atto nella nostra vita, ci fermiamo alle apparenze delle nostre difficoltà e dimentichiamo che non siamo stati chiamati a questa vita ma che dobbiamo vivere in prospettiva della vita avvenire, quella eterna.
Dio vuole insegnarti ad abbandonare il tuo modo di vedere, ad aprire gli occhi spirituali e cominciare a guardare alla Sua maniera.
 
2Re 6.15-17: "...il servo dell'uomo di Dio...uscì ed ecco, la città era circondata da un esercito... e disse:"...cosa faremo mio signore?" Egli (Eliseo) rispose:" ...quelli che sono con noi, sono più numerosi..."...poi pregò e disse: "O Eterno, ti prego apri i suoi occhi perchè possa vedere"...l'Eterno allora aperse gli occhi...e questi vide..."
 
Il servo di Eliseo vedeva solo l'esercito umano davanti a se, aveva paura, non riusciva a guardare oltre, a concentrarsi sulla potenza di Dio, eppure sapeva che il Signore era con il suo padrone. Eliseo, che aveva un'acuta vista spirituale e si fidava "ciecamente" di Dio, ha dovuto pregare per il suo servo affinchè anche lui aprisse gli occhi della mente, del cuore, e cominciasse a vedere la potenza dell'esercito di Dio e la Sua gloria.
Non puoi pretendere di vedere spiritualmente se nella tua vita manca la preghiera. Eliseo "vedeva" perchè aveva un'intima relazione con Dio e questo gli permetteva di guardare oltre alle dificoltà e ai problemi della sua vita, perchè riusciva a vedere in essi la potenza di Dio.Come un bambino appena nato riesce a vedere le ombre e solo crescendo distingue chiaramente le cose capendo  che non tutta la luce è positiva e che non tutte le ombre sono negative,  così siamo noi nella nostra crescita spirituale: più ti impegni a stare a contatto con Dio attraverso la preghiera, più la tua vista spirituale si affina e ti fa distinguere chiaramente ciò che è da Dio e ciò che invece non lo è.
 
Giacomo 1.22: "E siate facitori della parola e non uditori soltanto, ingannando voi stessi"
 
Se ti limiti a leggere la parola di Dio ma non la fai tua, se non la vedi e non la consideri come una guida, come uno specchio, se non credi che attraverso di essa Dio ti parla allora non puoi vedere con gli occhi dello spirito. Devi desiderare dentro di te la trasformazione, credere anche quando umanamente non vedi un risultato, spiritualmente devi essere sicuro di aver già visto l'operato di Dio nel tuo problema e sopratutto nella tua vita.
 
Giovanni 9.6,7: " ...sputò in terra e con la saliva fece del fango e spalmò il fango sugli occhi del cieco. Poi gli disse: "Va, lavati nella piscina di Siloe..."egli dunque andò, si lavò e ritornò che ci vedeva"
 
Questo è il racconto della guarigione del cieco nato. In questa occasione Gesù adotta un comportamento diverso da tutte le altre guarigioni, anche l'uomo cieco ha una reazione particolare e questo episodio ha per noi un grande significato spirituale:
 
1- Gesù sputa per terra e con la sua saliva forma del fango che spalma sugli occhi del cieco
Questo gesto ci riporta alla genesi, alla creazione, Dio prende del fango e crea l'uomo, Gesù formando quel fango ricostituisce gli occhi del cieco. Ma c'è di più, la saliva di Gesù in questo caso è simbolo della spiritualità, attraverso di essa Gesù trasforma una cosa carnale, umana, sporca quale è la terra, in qualcosa di spirituale, di glorioso quale è la guarigione di quel cieco. Gesù non solo stava guarendo la sua vista carnale ma gli stava donando  qualcosa di ancora più prezioso, la vista spirituale, una parte della spiritualità di Gesù era ora in quell'uomo, ed egli vide la potenza in quel gesto tanto che, più avanti nel racconto, riconosce Gesù quale figlio di Dio.
 
2- Parte da cieco e ritorna vedente
L'uomo ubbidisce a Gesù e si dirige DA CIECO E COL FANGO SUGLI OCCHI verso la piscina di Siloe. Non gli importava delle difficoltà che poteva incontrare durante il tragitto perchè era già sicuro di essere stato guarito ancora prima di vedere il risultato, si mosse per fede, come se i suoi occhi fossero già stati aperti. Devi fidarti di Gesù, vivere per fede credere che le sue promesse su di te si sono già realizzate anche se non le vedi!
 
3- Si lavò
Quell'uomo era già stato guarito ed ora per vedere doveva solo rimuovere il fango dai suoi occhi. Anche tu devi farlo! Devi rimuovere tutto ciò che nella tua vita ti impedisce di vedere la potenza di Dio!
Il cieco non aspettò che qualcuno lo lavasse, si mosse lui personalmente. 
A volte ci fa comodo restare ciechi e lasciare che siano gli altri a muoversi per noi, ma Dio non ci chiama a questo, Lui agisce attivamente nella nostra vita e se vogliamo vederLo dobbiamo essere noi a muoverci.
 
Apri i tuoi occhi, inizia una vita di preghiera, vivi nell'ubbidienza e "lavati", elimina il peccato dalla tua vita.
Ciò può essere doloroso ma non temere, ricorda che l'oro per essere puro deve passare sul fuoco, ecco tu sei quell'oro che Dio vuole purificare! Lasciaglielo fare!

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s
arrow
arrow
Image Ne usciremo vittoriosi
  Un messaggio di consolazione da parte del Pastore Maria Antonietta Selvaggio. (https://youtu.be/uXD0uncg9yo) OGGI la situazione è pesante, snervante... Non ci si può vedere, non ci si può... Read More...
Image Impara a gestire le tue priorità...
Siamo abituati a trovare sempre scuse o a giustificarci...piuttosto che ad ammettere le proprie colpe... impariamo ad organizzare le nostre giornate in modo da dare la priorità a tutto ciò che é... Read More...
Image Fermati un istante...
Dove ci porterà questa continua corsa? Il nostro tempo é prezioso per essere sprecato per cose di poco conto!!! Read More...
Image Da Ospite a Padrone...
Gesù non deve essere un ospite!!! Gesù non vuole essere un ospite!!! Read More...
arrow
arrow
Image Dio mi ha benedetta (Antonella Arcaio)
Pace a tutti voi, sono una donna ormai non più giovanissima e oggi voglio raccontarvi la mia storia, la mia esperienza spirituale. Voglio che sappiate come la mia vita è cambiata quando ho scoperto... Read More...
Image Lui guarda alle tue afflizioni
Di Lina Ferrara  Sono una donna di 60 anni, fin dalla mia infanzia sono stata oppressa dallo spirito di paura, sono stata oggetto di maledizione e invidia, nella mia fragilità sono stata come... Read More...
Image Guarita ed amata
Di Lina Calà  Padre,vengo a te nel nome di Gesù, quel Gesù che ha versato il Suo sangue per me e per i miei peccati. Oggi più che in passato voglio innalzare il Suo nome Santo, lodarLo e... Read More...
Lavorare per Gesù
Lavorare per Gesù Se, tanti anni fa, qualcuno mi avesse detto:"tu, un giorno, lavorerai per il Signore!", sicuramente non avrei capito queste parole. invece, senza che me ne rendessi conto, il... Read More...

Tocca il Cielo con noi

Perché Dio è reale

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.