Chiesa Cristiana Gesù il Nazareno

Dove l'impossibile diventa Reale

Insegnamento del Pastore Carmelo Orlando
 
hqdefaultAbbiamo già spiegato, negli studi precedenti, cosa e quali sono i doni spirituali all'interno della chiesa. Oggi, con questo studio, analizzeremo e approfondiremo i doni di parola e come Dio si usa di essi per portare alla luce la Sua volontà.
 
I doni di parola sono:
-Profezia
-Parlare in lingue
-Interpretazione.
Profezia:
 
Profezia deriva da una parola greca, PRO si traduce in DOPO, FEZIA si traduce in PAROLA. Letteralmente il termine profezia sta ad indicare una parola per il futuro, per il dopo, prevede qualcosa prima che accada ma può anche rivelare qualcosa di presente o di passato. La profezia è un annuncio che viene da Dio.
 
Il dono profetico si divide in 3 parti:
 
1) Ministero profetico: (Efesini4.11,12)
 
Tra i 5 ministeri della chiesa troviamo il profeta. Alcune realtà cristiane non fanno la distinzione tra ministero profetico e dono di profezia, altre preferiscono dividere le due cose, è una divisione che riguarda le csaratteristiche della profezia più che altro per comprendere come si muove lo Spirito Santo all'interno della chiesa. Nel 99% dei casi chi ha il ministero profetico ha anche il dono.
 
Il ministero profetico porta un frutto generale per la crescita della chiesa. In maniera costante il profeta ha delle rivelazioni da parte di Dio che non riguardano il singolo individuo ma la realtà generale della chiesa, una visione chiara di come muoversi, che scelte fare per la sua crescita.
 
2) Il dono profetico:
 
Non è qualcosa di costante, è una rivelazione da parte di Dio data in un determinato momento, per una determinata situazione o per un individuo specifico.
 
Atti 21.8-13: ""...Filippo l'evangelista...aveva quattro figlie vergini che profetizzavano...un profeta di nome Agabo scese dalla Giudea...prese la cintura di Paolo, si legò mani è piedi e disse:" Questo dice lo Spirito Santo...l'uomo a cui appartiene questa cintura...lo consegneranno nelle mani dei gentili"..."
 
Con l'episodio descritto in questo passo biblico possiamo capire bene la differenza tra il ministero profetico e il dono di profezia. Le figlie dell'evangelista Filippo avevo il dono di profezia ma non il ministero ecco perchè Dio non si servì di loro per rivelare la sua volontà a Paolo ma si servì di Agapo che aveva il ministero profetico, infatti la sua profezia non riguardava solo il futuro di Paolo ma quello che lui doveva subire sarebbe stata una testimonianza per tutta Gerusalemme, era quindi una profezia che riguardava il futuro di tutte le chiese presenti a Gerusalemme e Agapo aveva una visione chiara per il futuro di quelle chiese.
Con questo non è detto che chi ha il ministero sia più usato di chi ha il dono, semplicemente sono due aspetti differenti della profezia e per questo impiegati nell'opera di Dio in momenti diversi.
 
Ti incoraggio a leggere il libro profetico di Osea. Anche lui è un'esempio di ministero profetico. Dio si è servito di lui e della sua intera vita per rivelare l' amore immenso  per il Suo popolo.
 
3) Dono profetico motivazionale:
 
Chi ha questo dono è in grado di vedere chiaramente i problemi e i difetti degli altri ma non è chiamato ad un giudizio, chi ha il dono profetico motivazionale oltre al problema ha rivelata anche la soluzione e la via per migliorare una situazione o una persona. Si chiama dono motivazionale perchè, anche se la rivelazione profetica può fare male o portare alla luce qualcosa che non piace, motiva chi la riceve a migliorare, a cambiare e alla fine porta pace.
Ripeto non si tratta di un giudizio.  Metaforicamente parlando se qualcuno ti butta a terra e non ti aiuta a rialzarti non ha il dono profetico motivazionale ma ha solo voglia di distruggerti e questa è un'opera che non viene da Dio.
Chi ha questo dono motiva le persone che sbagliano a cambiare la loro vita.
 
Gesù ci dice che Giovanni il battista è stato il più grande tra tutti i profeti. Non aveva ancora ricevuto lo Spirito Santo, ecco perchè viene considerato un profeta del vecchio testamento, eppure Giovanni aveva una visione chiara della venuta di Cristo e della discesa dello Spirito Santo, predicava ed esortava il popolo al pentimento e molti si pentirono dei propri peccati e furono battezzati cambiando la loro vita.
Giovanni battista è un chiaro esempio del dono profetico motivazionale.
 
Ti incoraggio a leggere Luca 3.3-20.
 
La profezia, proveniente da ministero o da un dono, deve raggiungere scopi ben precisi:
 
1 Corinzi 14.3:
-Edificare
-Consolare
-Esortare
 
Atti 21.8,9:
-Guida
-Avvertire
 
Luca 3.3-20:
-Giudicare
-Ravvedere
-Ammonire
 
Voglio chiarire un altro concetto: Qualsiasi profezia non può essere considerata più importante o più giusta della Bibbia, essa, in quanto parola di Dio, ha un valore superiore a qualsiasi profezia. Una profezia che viene rivelata da Dio non può essere contraria ai principi biblici e non si può sovrappore alla Parola di Dio per un motivo molto semplice: Dio non può rivelare qualcosa che va contro a ciò che Egli stesso dice nella sua parola.
Un altro aspetto molto importante: la profezia pronunciata deve essere confermata e quindi deve avverarsi.
Se un profeta riconosce di aver annunciato qualcosa di suo, perchè anche i profeti possono sbagliare,deve essere in grado di ammatterlo e ripristinare la sua relazione con Dio e con la chiesa.
 
Parlare in lingue:
 
Le lingue che riguardano il dono di parlare il lingue si dividono in:
 
Private:
A sua volta si suddividono in:
 
-Lingue morte:  Sono lingue che non si usano più, ad esempio l'aramaico.
 
-Lingue degli angeli: E' un linguaggio che non esiste sulla terra e che probabilmente è parlato dagli angeli.
 
-Lingua viva: Una lingua che non esiste ne in cielo ne in terra ma che ha una fonetica comune a tutti i cristiani del mondo.
 
Pubbliche:
Sono lingue usate ai nostri giorni e quindi comprensibili a chi le parla. Ti faccio un esempio per capire meglio il concetto. Io che parlo in italiano pregando in lingue comincia a parlare in francese per opera dello Spirito Santo, se c'è qualche francese che mi sta ascoltando può capirmi.
 
Interpretazione delle lingue:
 
Abbiamo già parlato abbondantemente di questo dono negli studi precedenti. Serve a fortificare la nostra mente. L'interpretazione di una pregiera o di un canto in lingue, può essere rivelata sia a chi sta pregando o anche a qualcuno che ascolta.
Ti esorto a leggere l'insegnamento: I Doni spirituali per approfondire questo studio.
 
 
 
 
 

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s
arrow
arrow
Image Ne usciremo vittoriosi
  Un messaggio di consolazione da parte del Pastore Maria Antonietta Selvaggio. (https://youtu.be/uXD0uncg9yo) OGGI la situazione è pesante, snervante... Non ci si può vedere, non ci si può... Read More...
Image Impara a gestire le tue priorità...
Siamo abituati a trovare sempre scuse o a giustificarci...piuttosto che ad ammettere le proprie colpe... impariamo ad organizzare le nostre giornate in modo da dare la priorità a tutto ciò che é... Read More...
Image Fermati un istante...
Dove ci porterà questa continua corsa? Il nostro tempo é prezioso per essere sprecato per cose di poco conto!!! Read More...
Image Da Ospite a Padrone...
Gesù non deve essere un ospite!!! Gesù non vuole essere un ospite!!! Read More...
arrow
arrow
Image Dio mi ha benedetta (Antonella Arcaio)
Pace a tutti voi, sono una donna ormai non più giovanissima e oggi voglio raccontarvi la mia storia, la mia esperienza spirituale. Voglio che sappiate come la mia vita è cambiata quando ho scoperto... Read More...
Image Lui guarda alle tue afflizioni
Di Lina Ferrara  Sono una donna di 60 anni, fin dalla mia infanzia sono stata oppressa dallo spirito di paura, sono stata oggetto di maledizione e invidia, nella mia fragilità sono stata come... Read More...
Image Guarita ed amata
Di Lina Calà  Padre,vengo a te nel nome di Gesù, quel Gesù che ha versato il Suo sangue per me e per i miei peccati. Oggi più che in passato voglio innalzare il Suo nome Santo, lodarLo e... Read More...
Lavorare per Gesù
Lavorare per Gesù Se, tanti anni fa, qualcuno mi avesse detto:"tu, un giorno, lavorerai per il Signore!", sicuramente non avrei capito queste parole. invece, senza che me ne rendessi conto, il... Read More...

Tocca il Cielo con noi

Perché Dio è reale

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.